Il Design, passione nata per caso, si rivela per l'architetto anconetano Roberto Giacomucci, uno stile di vita che connota ogni momento della giornata.

Sfrutta le conoscenze acquisite negli anni di studio per imparare a gestire spazi, tecniche e materiali. "Artigiano del design" considera fondamentale conoscere l’anima della materia da plasmare, verificandone step by step la trasformazione. Riesce così a stabilire un rapporto unico con l’oggetto: lo riveste di significati inediti pur rispettando le esigenze dei materiali che lo compongono.

È un designer estroso, ironico, ma concreto e non un mero visionario dalle idee irrealizzabili. Crede nei talenti locali e nei giovani promettenti, molti dei quali passati per i suoi corsi alla Facoltà di Architettura di Ascoli. Art Director di aziende delle quali ama valorizzare il mood, applica abilità strategiche/comunicative per promuovere la diffusione capillare e “democratica” dei progetti.

Negli anni ottiene importanti riconoscimenti, tra i quali ricordiamo: il premio Good Design,  categoria Furniture, nel 2011 con Piega-Kubedesign, e nel 2009 con Ninfea-F.lli Guzzini, iF Award nel 2009 con Ball Shake-Magppie. È stato sezionato più volte per l'ADI INDEX: nel 2003 con Ciotola Snack-Robex, nel 2006 con Cocoon-Shiro, nel 2012 con MaracaS-Caffè River, nel 2013 con Cora e Zoe-Emporium.
Cora e Zoe ottengono anche la Mensione d'onore al Compasso d'Oro ADI XXlll edizione.

Roberto Giacomucci

Collezioni progettate per Metalmobil: