Andrea Radice e Folco Orlandini collaborano insieme alla progettazione di diversi prodotti dallo stile fortemente personale e incisivo.

Laureati al politecnico di Milano, il primo in disegno industriale, il secondo in architettura, si incontrano dopo varie esperienze lavorative. Nel 2008 cominciano un rapporto creativo che li porta alla realizzazione di numerosi progetti per aziende Italiane ed internazionali.


Andrea Radice, nato a Milano l’11 aprile 1979, dopo l’università entra a lavorare nello studio LUCCI&ORLANDINI dove ha la possibilità di occuparsi di progetti per aziende come Snaidero, Lamm, Calligaris, Mascagni, Segis, Vesteel e Biesse. Il desiderio di apprendere un nuovo approccio ai progetti e un differente stile lo porta nel 2006 ad intraprendere una nuova esperienza lavorativa con lo studio di Rodolfo Dordoni dove inizia a seguire i progetti per differenti aziende come: Minotti, Flos, Roda, Ernestomeda, Emu, Molteni e Matteograssi. Nella seconda metà del 2007 Andrea collabora con lo studio McKimm in cui porta avanti progetti di Industrial Design per Nikon e di Interface Design per FIAT e BMW.

Folco Orlandini, nato a Grosseto il 7 agosto 1972, inizia la sua carriera nel 1999 con la progettazione di una nuova concept car presso il centro stile Alfa Romeo di Arese. Dal 2000 lavora presso lo Studio LUCCIORLANDINI dove si occupa soprattutto del settore Home and Kitchen design e ha la possibilità di seguire importanti progetti per Snaidero (Sistema ES, Time, Skyline), Calligaris (Pod, Mya, Congress), Segis (Sesta),  Biesse (Quadrangolo, Garden, Palio). Il suo curriculum vanta tra le altre cose prestigiosi progetti nell’area dell’ufficio e comunità: Lamm (Compasso, Runner, Elitra, HL3), Mascagni (Confort, Airport), Verstell (Chela, Simon).


Andrea e Folco, guidati dall’idea di design inteso come emozione che unisce alla funzionalità l’estetica che dura nel tempo, credono nell’ideazione di progetti che siano la sintesi di tre elementi: paternità, ironia e miglioramento. Ogni loro creazione viene seguita attraverso tutte le fasi di crescita. Dall’idea iniziale alla maturazione fino alla realizzazione, ogni momento è accompagnato mano a mano. L’ironia, intesa come costante ricerca di ciò che va oltre il semplice ed evidente significato dell’oggetto, contraddistingue da sempre il modo di vivere dei due designer e quindi il loro approccio progettuale che tutte le volte è improntato a un miglioramento di ciò che già esiste. Crescere significa migliorare e migliorare vuol dire riuscire a ideare prodotti che siano sempre superiori ai precedenti a livello funzionale, estetico, produttivo, ergonomico, economico e molto altro ancora.
Dal 2008, Radice e Orlandini, hanno studiato insieme il design e la creazione di prodotti per diverse aziende dell’arredamento come: Alivar, Caoscreo, Domitalia, Dorelan, Fast, Infiniti, Metalmobil, MyHomeCollection, Schuster, Skitsch.
Nel 2013 hanno ricevuto l'incarico di direzione artistica di Domitalia, quindi il design dei nuovi prodotti, stand fieristici, e tutto ciò che è coordinato con l'immagine aziendale.
Tra i vari riconoscimenti di cui sono stati protagonisti, nel 2007 primo premio al concorso MOV Design, 2010 menzione speciale Young&Design con la poltrona Phantom di Domitalia, 2011 Good Design Award del Chicago Athenaeum con la sedia Drop di Infiniti, 2013 Good Design Award del Chicago Athenaeum con lo sgabello Bouchon di Domitalia.

Radice Orlandini Design Studio

Collezioni progettate per Metalmobil: