<strong> Pillow </strong> 219
Pillow 219
Pillow 219

“Pillow nasce da una riflessione sul bisogno di pausa, di riposo che si manifesta durante il corso della giornata e dall'osservazione delle modalità conviviali e dei rituali sociali degli esseri umani in diversi contesti culturali. I viaggi, lo studio delle culture nomadi in Asia e in Medio Oriente, l'interesse per le mutevoli culture di aggregazione nelle metropoli occidentali, mi hanno fatto riflettere sulla possibilità di coniugare diversi modi di "stare assieme" e di dare forma a una seduta che permettesse il più ampio movimento possibile, declinando il desiderio di condivisione o di maggiore privacy di chi lo usa”. Andrea Anastasio

 Pillow rappresenta molto più di un semplice pouf a corredo del divano: la sua struttura, infatti, gli consente di vivere liberamente e autonomamente all’interno degli ambienti, rappresentando una seduta autonoma, capace di adattarsi alle diverse esigenze arredative e architettoniche. Il cuscino, protagonista di Pillow, cattura l'attenzione al primo sguardo e sorprende per il suo equilibrio solo apparentemente "instabile", che gli permette di essere spostato con la massima facilitá e versatilitá. La varietá dei colori e delle texture sottolinea il carattere camaleontico del prodotto, facendolo transitare con assoluta naturalezza dall'ambiente domestico a quello lavorativo, dalle dimensioni rilassate di una lounge a quelle piú dinamiche di una sala di attesa.

Andrea Anastasio racconta Pillow, guarda l'intervista completa.